Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

lunedì 31 gennaio 2011

Wormhole e Viaggi Nel Tempo

Collegandoci a John Titor (Viaggiatore Nel Tempo) che sarebbe tornato dal 2036 per scrivere sui nostri forum a fine 2000, oggi parliamo dei viaggi nel tempo.


IL VUOTO QUANTO-MECCANICO
Comprendere come un corpo fisico possa improvvisamente "implodere" e scomparire per "riemergere" da qualche altra parte lontano anni luce nell'universo, allo stato attuale delle nozioni scientifiche note, non è affatto intuitivo.
Nel nucleo pare ci siano 9 "dimensioni" requisiti necessari per scavare un tunnel che comunica con tutta la rete cosmica.
È accedendo a quel tunnel che si può arrivare in qualunque posto dell'universo.


WORMHOLE e VIAGGI NEL TEMPO
Un Wormhole è una specie di buco nello spazio,che mette in comunicazione due punti molto distanti attraverso una scorciatoia.
Viaggiando attraverso un Wormhole,vengono utilizzate velocità subluminali(prossime a quelle della luce anche se minori).
Se due punti sono connessi tramite un Wormhole,il tempo impiegato per attraversarli sarebbe minore del tempo impiegato da un raggio di luce attraversante lo spazio esterno al Wormhole.
Comunque,un raggio di luce viaggiando attraverso il Wormhole stravolgerebbe il viaggiatore.
Dunque,secondo la teoria della relatività generale di Einstein,più un oggetto si sposta velocemente,più vedrà il tempo scorrere lentamente.Se l’entrata di un Wormhole(Buco Nero)resta immobile e la sua uscita(detta Fontana Bianca)si muove ad una velocità prossima a quella della luce,dopo 48 ore dall'entrata,saranno trascorsi soltanto 28 minuti all'uscita.
Così,se si riesce a costruire un Wormhole e a controllare la velocità di uscita,noi potremmo viaggiare nel tempo e scegliere il momento dell'uscita nel passato.
Per esempio,si considerino due orologi per entrambe le bocche(di entrata e di uscita)di un Wormhole che segnano le 20 del 1 Maggio.Dopo aver effettuato un viaggio a velocità relativistiche per 2 giorni,all'uscita del tunnel l'orologio della bocca accelerata leggerà le 20:28 del 1 Maggio,mentre l'orologio di quella rimasta ferma leggerà le 20 del 3 Maggio.Quindi per il viaggiatore saranno passati soltanto 28minuti,per tutti gli altri sulla terra 2 giorni.


PARADOSSO DEI GEMELLI
Consideriamo un'astronave,che parte dalla terra nell'anno 2020 e che mantenendo una velocità costante V raggiunga la stella Wolf 359,distante 8 anni luce dal nostro pianeta e che appena arrivata,inverta la rotta e ritorni sulla terra,sempre con velocità V.
E consideriamo anche che di una coppia di fratelli gemelli,l'uno salga sull'astronave,mentre l'altro rimanga sulla terra.
Nei calcoli trascuriamo per semplicità l'accelerazione della navetta,anche se,per portarsi a velocità relativistiche in tempi brevi,occorrerebbero accelerazioni insostenibili per l'uomo e per la nave.

Supponiamo che la velocità di viaggio V sia di 240.000 km/s,cioè V= 0.8C(C è la velocità della luce ed è =1 ovvero 300.000 km/s):

V= 1- V2/C2 per 0,5= 0,6C

per cui,secondo la teoria della relatività ristretta,nel sistema in movimento il tempo scorre al 60%(0,6C)rispetto al sistema in quiete.

Nel sistema di riferimento della terra,l'astronave percorre nel viaggio d'andata 10 anni e ne impiega altrettanti nel viaggio di ritorno: essa quindi ritorna sulla terra nel 2040.
Sull'astronave,invece,il tempo scorre al 60% rispetto a quello della terra,quindi secondo l'orologio dell'astronauta il viaggio dura 6 anni per l'andata e altrettanti per il ritorno: all'arrivo,quindi,il calendario dell'astronave segna l'anno 2032.
Perciò il viaggiatore,dopo il viaggio,è otto anni più giovane del suo gemello rimasto sulla terra.


ARTICOLI SIMILI
Viaggi Nel Tempo: Le Prove
Cos'è Il Cronovisore? Esiste Davvero?
Esperimento Filadelfia
Ritorno Al Futuro

Nessun commento:

Posta un commento