Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

venerdì 16 gennaio 2015

I Social Network Immagine: Wanelo, We Heart It e The Hunt

Secondo una ricerca se usi Facebook, LinkedIn e Twitter significa che sei vecchio(dai trent’anni in su) e banale.
Se invece usi siti come Wanelo, We Heart It e The Hunt potresti avere un’età tra i 15 e i 25 anni.
Si tratta di siti sociali con una forte componente commerciale, che stanno attraendo molti investitori.
Qui gli utenti, più che con uno status aggiornano i profili con tag.
La comunicazione avviene con le immagini.
Se Facebook è un po’ come un diario, questi luoghi sono l’equivalente di una cameretta con le pareti tappezzate di foto: i ragazzi postano quello che hanno appena comprato o vorrebbero comprare.
E' ormai un dato di fatto che Facebook ha perso nel corso degli anni milioni di teenager (che Zuckerberg stesso aveva tentato di riprendersi col tentativo di acquisto di Snapchat) così come lo è l’iscrizione di massa a questi siti.


THE HUNT, WE HEART IT, WANELO
The Hunt, come dice il nome (la caccia), è un “social commerce site”: un utente posta la foto di un vestito o un oggetto che cerca e apre la caccia chiedendo aiuto alla community per reperirlo.
La comunicazione è fatta di segnalazioni brevi: immagini e parole chiave.
Tim Weingarten ha ideato il sito per risolvere “il problema numero uno degli acquirenti online: dove poter trovare un articolo scoperto in una foto condivisa su siti di photo-sharing come Instagram, Tumblr e Pinterest”. Cercare e comprare diventa un atto sociale, un modo di conoscere e fare community.
We Heart It è un altro social network tutto immagini, creato da Fabio Giolito, designer brasiliano.
Sebbene già online in forma embrionale nel 2007, solo nel 2011 diventa un progetto importante grazie ai fondi raccolti insieme all’amico Bruno Zanchet che permisero a i due di aprire una startup in California.
We Heart It ( “ci piace”), che conta 25 milioni di utenti e cresce al ritmo di un milione in più al mese, è molto simile a Pinterest: vengono raccolte foto che colpiscono chi è iscritto e possono essere di ispirazione per gli altri utenti.
La cosa che più salta all’occhio di questi nuovi social network è il linguaggio basato fortemente su immagini, icone e parole chiave.
Non è che il testo scritto sia bandito ma la necessità della sintesi seleziona l’immagine come nuovo veicolo di comunicazione.
Wanelo, dal milione di utenti registrati nel novembre 2012, è passato ai 10 milioni dell’agosto 2013.
Anche qui, il social, si basa su tag ed immagini.

Nessun commento:

Posta un commento